Rudyard il Magus e la leggenda di Astheria

Le sette vite del gatto della signora Arnaud

lunedì 27 febbraio 2017

COMPENDIO


HO VOLUTO DARE IL TITOLO A QUESTO POST  DI: "COMPENDIO". NON HA RELAZIONE CON QUELLO CHE HO SCRITTO NELL'ULTIMO QUI PUBBLICATO, MA HO RITENUTO DI DOVERLO FARE, PERCHE' NON MI ERO ACCORTO CHE L'INTRODUZIONE CHE HO SCRITTO PER I CAPITOLI DEL MIO LAVORO "RUDYARD IL MAGUS E LA LEGGENDA DI ASTHERIA", SONO UN COMPENDIO DELL'INTERO BLOG. CHI NON LO HA LETTO, POTRA' COMUNQUE TROVARCI DELLE RIFLESSIONI CHE RITENGO MOLTO IMPORTANTI PER QUANTO RIGUARDA L'AMORE, L'UOMO, LA CONOSCENZA, ECC.

QUI DI SEGUITO LI RIPORTO INTEGRALMENTE. CHI HA ORECCHIE PER INTENDERE INTENDA.......


«Il suo corpo pallido e ghiacciato è coperto di acconciature avvizzite e di sudari in brandelli; le sue mani ossute e cariche di anelli, tengono ferri e corone, scettri ed ossa, pietre preziose e cenere. Dinanzi a lei marcia solo l’ombra della morte: per gli inesperti questa è la Magia»
<>
«L’amore, quello vero e sublime non teme confini o limiti.
Fa invidia al tempo, perché lo supera anche al di là della Morte.
Fa paura allo Spazio, perché lo supera volando di mondo in mondo, libero e senza mai arrestarsi.
Chi non lo ha vissuto dentro di sé, lo ha maledetto!
Chi lo ha sentito palpitare nell’Animo, lo ha benedetto per aver visto Dio!
L’Amore, quello vero e sublime, vince sempre perché è al di sopra di tutto...»
<>
«La passione, più forte ed intensa è, più spinge gli uomini verso carne e materia.
L’Amore, più forte ed intenso è, più fa soffrire ed eleva l’uomo verso Dio.
La passione finisce, perché è assoggettata al tempo.
L’Amore si accresce sempre più, perché è al di sopra del tempo.»
<>
«Conoscenza e Sapienza sono i veri Tesori dell’Uomo.
Tutti i tesori in mano agli ignoranti ed agli stolti vanno sempre persi.
Il vero Potere non è quello degli uomini, ma quello che il Sapere conferisce agli Uomini.
Chi sa, impera anche sugli Elementi. Chi ignora è governato anche dalle bestie.
Conoscenza e Sapienza portano a compiere il Bene, sempre e comunque.»
<>
«Operare nel Bene e per il Bene è trionfare sempre.
Compiere Opere di bene lascia sempre “eredità d’affetti”.
La Temperanza porta sempre al trionfo.
L’arroganza e la violenza sono cagione di perdizione e rovina.»
<>
«Ci sono più Misteri in Cielo di quanto se ne possano immaginare in terra.
Vivere la Scienza dei Magi significa imperare.
Condurre un’esistenza senza il Sapere porta alla schiavitù.
La Libertà è prerogativa di pochi eletti che non si piegano
neanche al cospetto del peggiore sacrificio.»
<>

«I Miracoli esistono solo per gli ignoranti.
La Scienza Sacra permette di compiere cose che sembrano miracoli per i più, ma che sono cose naturalissime per colui che ha fatto del Sapere il motivo principe della propria esistenza.
La violenza porta alla rovina e l’Umiltà è motivo di trionfo, sempre...»
<>

«Il Passato insegna a conoscere il Futuro.
La Storia dell’Umanità è molto diversa da quella che sappiamo.
Le origini della Vita sono il Mistero dei Misteri.
Gli Antichi conoscevano quanto noi ignoriamo…»
<>

«La curiosità delle mente umana è lo spirito della Ricerca.
Ricercare nell’Oggettività di Pensiero e senza pregiudizi porta alla Scoperta.
La Scoperta porta alla Verità. Il falso porta alla follia e fugge dalla Ragione.
La Verità è spesso dolorosa ma è l’Angelo della Vita.»
<>

«Immaginazione, Volontà, Sacrificio e Perseveranza sono la formula magica dell’Uomo Superiore.
Non esiste azione che condotta tramite i quattro Verbi della Realizzazione
non sia foriera di Vittoria.
Un ultimo Verbo permette di mantenere la Sapienza, esso è: Tacere!»
<>

 «La Conoscenza della Vita oltre la Morte è prerogativa di pochi Eletti.
La vita è la morte e la Morte è la Vita per coloro che sanno.
Morire non è male. Male è non poter morire. Gli dei ci invidiano per questo.»
<>

«Omero nell’Odissea fa pronunciare a Nettuno questa frase: “gli uomini senza il Volere degli Dei non sono niente!”
L’Uomo più Saggio e potente non può sfuggire al Destino che i Numi hanno scelto per lui.
Saper accettare il proprio Destino, seppur nel Martirio, significa essere un Grande.»
<>

«Quando i saggi, scoraggiati dagli eventi, si abbandonano al sonno della notte del dubbio, una Stella Cometa brillerà nel cielo per ricondurli sulla strada tracciata per loro
nelle luminose vie del Firmamento.»


AD OGNI MASSIMA, CORRISPONDE UN CAPITOLO DEL BLOG. BRAVO CHI LO TROVA....!
e.l.k.



mercoledì 8 febbraio 2017

N E S A R A

La "N.E.S.A.R.A.", secondo molte definizioni, è la sigla di un documento di carattere politico, con orientamento economico, sociale, etico  e  anche Spirituale, redatto  per essere reso esecutivo in America e successivamente in tutti gli altri Stati, a livello globale e mondiale.
L'origine del Documento, così per come molti altri che interessano "Trasformazioni costruttivamente rivoluzionarie" del Sistema Organizzativo Mondiale, sembra essere poco chiara e/o, forse, "volutamente" occultata, così per come avviene, normalmente, per tutto ciò che riguarda tale demanio, soprattutto quando si tratta di "qualcosa" che dovrebbe derivare da un accordo tra Terrestri e Civiltà di Altra Origine.
Comunque sia, "N.E.S.A.R.A.", sta per: "
National Economic Security and Reformation Act".
Basta entrare in Inernet per svolgere una semplice ricerca e subito appaiono centinaia di siti dove l'argomento viene ampiamente trattato, seppur in ottiche totalmente diverse e talvolta fortemente contrastanti tra loro.
Nello scorrere, però, il materiale descrittivo e critico, di ciò cui faccio riferimento, non si può fare a meno di notare che esistono, ad un'attenta analisi, per contenuti, dei "passaggi", che non possono sfuggire al Lettore acuto, di rilevantissima importanza.
Nel prossimo post, andremo assieme a focalizzare alcuni di tali punti, così da comprendere, oltre al significato strumentale attribuito al Documento, alcune Verità, che ormai lampantemente, fanno parte di quel famoso "bagaglio" di Sapere, del quale il Genere Umano, attento solo a seguire la scia della Società "ad hoc" costruita, non si cura.
Consiglierei ai Lettori più affezionati che ormai da anni mi seguono, di svolgere una Ricerca preventiva sull'argomento, così che con i prossimi post che andrò a pubblicare, si possa avere contezza reale dei punti e degli argomenti che saranno focalizzati, evidenziati e sciorinati.
Tanto ci permetterà anche di comprendere come intende affrontare l'argomento in questione (perché lo farà certamente) il neoeletto Prrsidente USA Donald Trump, visto che in passato, come vedremo, se ne era già interessato un altro Presidente: Bill Clinton.
A presto. E.L.K. 

domenica 22 gennaio 2017

AVVISO




Mi corre l'obbligo di avvisare i miei Lettori  che proseguirò con la trattazione dell'Io Angelico nei prossimi giorni. A brevissimo, dopo il Giuramento del Nuovo Presidente degli States, Donald Trump, mi dovrò soffermare necessariamente sulla "NESARA", rivisitata e reinterpretata.
A presto. 

E.L.K.

sabato 24 dicembre 2016

AUGURI...


BUON NATALE A TUTTI I MIEI LETTORI

BON NOEL A' TOUS MES LECTEURS

FELIZ NAVIDAD A TODOS MIS LECTORES

MERRY CHRISTMAS TO  ALL MY FOLLOWERS

E.L.K.

mercoledì 21 dicembre 2016

IO SUPERIORE

L'IO Superiore corrisponde all'IO puramente Spirituale,o meglio indicato come il Principio Divino che è in ognuno di noi, e che è identificabile nelle Allegorie della Tradizione con il Sole, la Coscienza, la Scienza e la Luce.

L'IO al quale si rivolgeva il CRISTO, per compiere tutto quanto in suo potere.
In realtà rappresenta la Manifestazione Attiva dell'IO Interiore di cui abbiamo trattato nel precedente scritto ed al quale è legato direttamente tramite l'Intelligenza. Rappresenta in definitiva, la parte Operativa del primo. 
Esiste una Metodica che studieremo più in là, che permette all'IO Interiore di Agire su quei "circuiti" neuronali del cervello, utili a rendere fisicamente efficienti, tramite l'Io Superiore, le potenzialità del Primo.
Con particolari metodiche che andremo quanto prima a trattare e  descrivere per operatività pratica, si stimola l'attivazione di processi biologici che consentono una sorta di aumento esponenziale di un gran numero di Neuroni cerebrali, altrimenti rimasti latenti ed inattivi. Tale attivazione, controllata direttamente dalla Mente, opera solo ed esclusivamente tramite l'IO Interiore. Questo una volta raggiunto il numero di neuroni operativi necessario, si "collega" con l'IO Superiore e tramite questo compie tutta quella serie di fenomeni, nel Naturale, che spesso le Religioni definiscono "Miracoli". 
Il Rapporto IO Interiore > IO Superiore, è regolato da Leggi Elementari che governano tutto ciò che di praticabile esiste nel nostro Sistema, a livello Biologico e Naturalistico. Era con questo sistema che i Faraoni ed in particolare la loro Casta Sacerdotale, compivano dei procedimenti e delle Opere, ancor oggi inspiegabili, come il processo della mummificazione, la trasformazione di bastoni in serpenti, ecc.
Poter "evocare" il proprio IO Superiore, in maniera Attiva in ognuno di noi, significa poter attingere a Forze intrinseche nella Natura Umana, ma cadute in deiescenza ed inattività, proprio per l'allontanamento della Mente dell'Uomo di oggi, dalle Regole che da sempre hanno governato l'Esercizio dello Spirito sulla Materia.
Portiamo un esempio, che impropriamente può essere definito  "pratico":

Ognuno di noi, una volta presa coscienza del proprio IO Interiore, tramite questo si collega con quello Superiore ed Opera in maniera appunto "pratica" sulla Materia. Ciò significa, per esempio, acquisire la capacità di intervenire su tutto ciò che di organico esiste. Basterà poi, semplicemente, studiare qualche Regola o Legge del demanio, per ottenere la demolecolarizzazione  dei tessuti e di qualsiasi altra componente organica, sia essa di origine vegetale, che animale, che umana, con la possibilità di applicare anche il processo fenomenico in direzione opposta, cioè al posto della demolecolarizzazione, l'aggregazione. E' così che gli antichi sapevano guarire le piaghe, alcune forme di cecità, o di altre patologie corporee superficiali e facilmente aggredibili. Il Rabi di Nazareth che accolse in Sè tutta intera tale Conoscenza per averla appresa alla Scuola dei Sacerdoti Esseni, riuscì meravigliosamente ad intervenire in un processo molto più complesso e complessivo al contempo, riparando lesioni organiche in Lazzaro al punto da riportarlo in Vita (al di là del significato allegorico e del Valore Iniziatico che l'episodio assume nella Tradizione). Spesso, le Religioni, trasmettono episodi, per esaltare i propri Profeti, che hanno dll'assurdo e non tramandano fatti realmente avvenuti e documentalemente sancibili, che riflettono eventi Naturali di ben più elevata portata.
Personalmente, nel mio lungo percorso, ho assitito direttamente ed in maniera totalmente oggettiva, a procedimenti applicati da Sciamani dei più remoti luoghi dell'Africa, i quali, in determinati giorni dell'anno, radunavano attornaoa sè una moltitudine di "ammalati" e ne curavano, solamente con l'applicazione delle mani o l'imposizione del respiro (imposizione, non è un termine casuale), piaghe, ferite ed altre patologie similari. Taluni, a dimostrazione del potere della Mente diretta dall'IO, seguivano propri adepti in movimenti autolesionisti, i quali si trafiggevano volto, occhi e fianchi con acuminatissime frecce di bambù e, nel momento della loro estrazione dalle carni, non una sola goccia di sangue veniva versato, né tantomeno rimaneva segno del trauma subito. Il tessuto interessato non aveva residui o segni di alcun genenere, come se il fatto non fosse mai avvenuto, mentre il soggetto non accusava alcun tipo di dolore. 
Più volte, per ben studiare il fenomeno, mi sono sottoposto a viaggi travagliatissimi ed estenuanti, per giungere al cospetto di taluno di tali Sciamani e sempre, dico sempre, il fenomeno si verificava senza alcuna difficoltà o peggio senza risultato.
Questo, quindi, è l'esempio più calzante, per fare intendere al Lettore, come l'IO Interiore, una volta Attivato, attiva a sua volta l'IO Superiore ed impara ad intervenire nella composizione della Materia Organica.
Vedremo nel prossimo scritto, con la trattazione dell'IO Angelico, come, quanto fin qui descritto, sia ben poca cosa rispetto a quanto si ha la possibilità di compiere.
E.L.K.












lunedì 19 dicembre 2016

" IO " - CARATTERISTICHE PECULIARI


Nello scorso scritto abbiamo focalizzato il fenomeno della "Generazione", per dimostrare come l'IO abbia delle caratteristiche e prerogative di "operatività" totalmente autonome e strettamente Individuali.
Nella Bibliografia "Sacra", esistono migliaia di riferimenti ben precisi, su cui soffermarsi per poter comprendere quanto questa Componente, definibile "quasi immateriale", possa far parte della nostra Natura Umana e, soprattutto quanto, una volta che se ne sia presa coscienza, esso possa essere "operativo" nel corso della nostra Vita.
Molti dei Personaggi che dalle profondutà delle notti della Storia hanno lanciato i propri "messaggi" a Coloro che si sono avventurati sulla Via dealla Conoscenza, hanno dedicato uno o meglio il capitolo base della loro Sapienza, all'IO.
Costoro solevano dividere il Concetto completo di IO, in:
  • IO  INTERIORE
  • IO SUPERIORE
  • IO ANGELICO
  • IO DIVINO
  • IO UNIVERSALE
Tratterò di ciascuno di questi IO, per addivenire alla conclusione a, come (metodiche) e perché (motivazioni) bisogna prendere coscienza di tali caratteristiche peculiari dell'IO, al fine di renderlo tangibilmente Operativo (così per come, con certezza, si può fare), al punto da poter raggiungere la Prima Forma di Immortalità.
Data la vastità della Materia e la necessità di rendermi comprensibile a Tutti, concluderò questo mio scritto odierno, con la sola trattazione dell'IO INTERIORE.

IO INTERIORE

Giuliano Kremmerz, riferendosi a questa prima Essenza dell'IO, soleva dire: la Conoscenza dell'IO Interiore forma la prima aprte della Manifestazione Intelligente e Cosciente dell'Essere Umano. tale Condizione sfugge all'uomo  negli Sati ordinari dell'umanità volgare. Una volta che se ne è divenuti Coscienti, si entra in diretta Relazione col Mondo delle Cause, coscientemente e non per cieca fede.
L'IO Interiore è riferibile all'IO (Uomo) Storico che è presente in maniera Vitale (cioé Attiva) in ognuno di noi.
L'Uomo Storico che "Vive latente" in ognuno di noi, è l'Uomo dell'io fui, dell'io sono e dell'io sarò. Oggi la Scienza cosiddetta empirica, ha finalmente riconosciuto l'esistenza di un DNA parallelo, costituito da Elementi meno "materialmente" individuabili, che porta in Sè (anche se ancora quasi totalmente non interpretato), una sorta di bagalio Storico del nostro Essere, in maniera e con meccanismi quasi identici (per analogia) al DNA Biologico. Gli Antichi Sapienti, erano al corrente che questo tipo di DNA Parallelo, porta "incisa" parte per parte, la nostra "Storia Passata". Esso incide su ciascun nostro "ciclo vitale" alla medesima maniera di quello Biologico. Porta in gembo quanto abbiamo immagazinato nei Cicli precedenti e la dimostrazione, spesso chiaramente osservabile dai nostri occhi, nella vita attuale, è che esistono giovani o giovanissimi, dotati di poteri tali (appunto ereditati) da consentire loro (come avvenne con Mozart) di compiere cosa da sbalordire chiunque. Esempi sono bambini di 4 -5 anni, capaci si suonare strumenti musicali spontaneamente, in guisa tale da essere più efficienti di coloro che hanno impiegato molti più anni per suonare lo stesso strumento (violino, pianoforte,ecc.), dopo studi lunghi, approfonditi e sofferti.
Altri, alla medesima età, rivelano conoscenze di Matematica e Fisica, tali, da essere stati chiamati a svolgere Lezioni Universitarie a Discepoli, di oltre vent'anni più grandi.
Tal'altri ancora, rivelano capacità di apprendimento così veloci, da essere riusciti ad imparare Argomenti talmente vasti in così poco tempo, sì da essersi formati culturalmente in maniera pari a tanti, che seppur di per sè fortemente Intelligenti, hanno impiegato parecchi lustri, per raggiungere  il medesimo traguardo.

Questi sono dati ed elementi reali ed innegabili, che possono essere giustificati (appunto Scientificamente) solo ed esclusivamente dall'esistenza di un Bagaglio Atavico, non impresso in un DNA Biologico, ma di quello Parallelo, a cui in precedenza ho fatto riferimento.
Vedremo più avanti come sia possibile (con relativa facilità), dopo averne preso coscienza,  attingere direttamente a tale "serbatoio" che è in ognuno di noi e che dobbiamo soltanto imparare a porre, come un  tomo, su di un leggìo per potervi semplicemente leggere sulle pagine che lo compongono.
Continuo a ripetere che, quanto sto qui ad affermare, è cosa tangibilmente verificabile ed applicabile da parte di ognuno di noi.
Prima, però, di arrivare a tanto, ho l'obbligo di permettere a ciascheduno, di apprendere le "metodiche" per così dire empiriche che possano consentire il raggiungimento di tale meta.
Vedremo nei prossimi scritti, una volta focalizzato, quale l'iter necessario per poter proseguire, quali saranno appunto le fasi "tecniche" per ottenere quanto fin qui ci siamo prefissati e soprattutto, come non ci sia necessità di alcuna dote particolare per addivenire alla conclusione operativa.
E.L.K.
















mercoledì 14 dicembre 2016

IO - ESSENZA, NATURA ED OPERATIVITA'


Possiamo serenamente proseguire sull'Argomento precedentemente trattato, focalizzando la nostra attenzione sul concetto di "Io". 
Di Spirito ed Animo, parleremo successivamente. 
Per prima cosa tenterò di dare un'idea, il più chiara possibile di cosa sia l'Io.
Ognuno di noi, nel parlare, nell'esprimersi in qualsiasi forma, rivolgendo un concetto a Sè stesso, dice: io. Come molte cose che si basano sulla vera forma di Intelligere, spesso, certe espressioni linguistiche riflettono dei concetti molto più profondi e concreti di quanto attribuibile nel luogo comune della "verbalità" e/o della comunicazione in genere. Nel rivolgere il nostro pensiero alla nostra Persona, si dice normalmente (ripeto): io.
Ebbene la radice di questa espressione, in realtà si basa su un riferimento ben preciso e significativo: "IO" è non riferibile al nostro corpo, bensì alla nostra Persona nella sua completezza Io + Corpo. 


Non ritengo sia il caso di discutere con i materialisti che essendo sprofondati nell'Abisso dell'Ignoranza, negano qualsiasi cosa possa non avere aspetto appunto "materialmente tangibile".
Dimostrerò molto facilmente, alla conclusione di questo mio Percorso comune con i miei Lettori, che non esiste nulla di più Concretamente percepibile financo nella sua Forma, che l' IO.
Ognuno di noi, ha la percezione costante e continua del proprio Sè. Cioè l'Entità cui si riferisce, trattando del proprio Essere. Io sono Antonio, Giovanna, Francesco, Giuseppe, ecc. Nell'affermare chi si è (per nome) in verità ci si rivolge coscientemente, alla presenza di Sè a Sè Stesso. Il mio Io Antonio, Giovanna, ecc. assume, senza volerlo, un significato che ve ben oltre l'espressione usuale nella convenzione del dire. E' in realtà, una sorta di Richiamo alla propria Natura ed alla propria Essenza, in relazione a ciò che ci circonda.
Qui si deve necessariamente entrare in un particolare che certamente non sarà condivisibile dai più, ma di cui bisogna prendere atto e che facilmente scaturirà, per conoscenza, come prima conseguenza conoscitiva da parte dei lettori che pazientemente avranno avuto la costanza di seguirmi fino in fondo.
Un tempo, (e la Mitologia lo Insegna descrivendolo fin nei dettagli) quando si voleva procreare, (al di là della tipologia dell'amplesso), non ci si affidava ad un processo biologico (per altro comune anche con gli animali) automatico come quello della Riproduzione. Si praticava un Rituale Amoroso, tramite il quale non si generava solo un corpo (figlio), ma si Generava al suo ineterno un IO.
Era un momento Estatico Superiore, basato sulla vera Pro - Creazione di un IO, ex novo. Cioé assieme al corpo si Creava letteralmente al suo interno un nuovo Essere (IO).
Di poi la degenarzione dell'Essere Umano, fece perdere queste Conoscenze, per cui, quello che ancor oggi si verifica è che, durante l'Amplesso, nel momento della Fecondazione dell'uovo da parte del Seme Maschile, al'interno, contestualmente, si inserisce un IO di passaggio, che trovandosi occasionalmente in prossimità della coppia impegnata nella fase amorosa fecondante, viene ad essere attratto magneticamente. Per usare un'espressione filosofica: come " l'Oggetto Amato, attrae a sè l'Amante ".
Una sorta di Fenomeno Magnetico soggetto alla Legge Universale dell'Attrazione.
Avviene per questo che talvolta genitori dal bassissimo livello intellettivo, per ignoranza e quant'altro, mettono al mondo dei figli che poi si rivelano Geniali, nella loro vita. All'incontrario, genitori intelligentissimi e Culturalmente elevati, talvolta mettono al mondo figli che rasentano l'idiozia. Di tali esempi se ne possono constatare centinaia tutti i giorni e ciò indipendentemente dal Paese e dalle Realtà Socio - Geografiche, prese in considerazione.
Tale fenomeno o esempio, è da prendere in serissima considerazione perché come questo, possiamo citarene molti altri, che certamente danno valore alla mia teoria fin qui esposta. Agli uni ed agli altri genitori, è capitato all'interno del prodotto del proprio concepimento, un IO che nulla ha a che vedere con l'Indole e la Natura del loro Essere. Sono sostanzialmente degli estranei (tolta l'eredità genetica biologica del corpo, come la somiglianza, il Gruppo Sanguigno, ecc.).
Tal'altra volta, per contro, accade che i figli si rivoltino verso genitori, cui non si sentono di appartenere tramite alcuna forma di legame, al punto tale da lottarli fino all'ossessione, che in taluni disperati casi si conclude (purtroppo) con un parricidio o matricidio.
Un ulteriore dimostrazione dell'estraneità dell'IO di appartenenza a coloro che l'hanno procreato.
L'Essenza dell'IO, pertanto è Unica, Inscindibile, Libera ed Autonoma, indipendentemente dalla "Forma" (il contenitore).
Per il momento mi fermo qui ed invito il Lettore a riflettere su queste mie affermazioni. Per dubbi e quant'altro, sarò lieto di rispondere a qualsiasi quesito.